Resoconto sull’approvazione del bilancio consuntivo 2011

Nella seduta del Consiglio Comunale di Modica di giovedì 5 luglio è stato approvato l’ultimo bilancio consuntivo, relativo all’esercizio finanziario 2011, della giunta Buscema. Il prossimo rendiconto finanziario sarà predisposto dalla nuova amministrazione che sarà votata dai cittadini modicani nelle elezioni comunali del prossimo anno.

Il bilancio consuntivo fotografa i movimenti contabili e gli obiettivi finanziari raggiunti nel corso dell’anno cui esso si riferisce.

Letto 78375 volte

Intervento di Nino Cerruto in consiglio comunale

Durante la seduta del Consiglio Comunale di ieri, sabato 16 ottobre, è stato approvato il bilancio consuntivo, con il voto contrario di PDL e PID (la nuova formazione politica che fa capo a Peppe Drago) e vi è stato il dibattito sul nuovo assetto amministrativo.
Di seguito uno stralcio dell’intervento di Nino Cerruto consigliere comunale del movimento  Una Nuova Prospettiva.…

Letto 25015 volte

Restituzione somme anticipazione Regione Siciliana.

D’Antona Vito Consigliere Comunale SEL Modica

Al Sig. Sindaco del Comune di Modica

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Modica

p.c.    Agli Organi di Informazione

Oggetto: Restituzione somme anticipazione Regione Siciliana. Interrogazione.

Il sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà,

–          Tenuto presente che il Comune di Modica, come altri comuni siciliani, a fine anno 2008 e durante l’anno 2009, ha ottenuto dalla Regione Siciliana per particolari e gravi situazioni finanziarie, una anticipazione di cassa a valere sui futuri trasferimenti;

–          Preso atto che, ai sensi dell’art. 11 della LR. n. 6 del 14.5.2009, le anticipazioni concesse devono essere recuperate dalla Regione in un periodo di non oltre tre anni, mediante un piano finanziario di rientro a valere sui trasferimenti ordinari della Regione stessa;

–          Rilevato che il Comune di Modica ha avuto assegnata una anticipazione di cassa per un ammontare complessivo di circa seimilioni settecentomila euro, la cui restituzione è prevista in tre annualità per un importo annuale di circa duemilioni duecentocinquantamila euro;…

Letto 24219 volte

Vito D’Antona – Rinegoziazione mutui.

D’Antona Vito

Consigliere Comunale SEL Modica

Al Sig. Sindaco del Comune di Modica

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Modica

p.c.    Agli Organi di Informazione

Oggetto: Rinegoziazione mutui. Interrogazione.

Il sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale di Sinistra, Ecologia e Libertà,

–          Tenuta presente la circolare n. 1278 del 21.9.2010, con la quale la Cassa Depositi e Prestiti consente ai Comuni che in atto hanno dei prestiti accesi con la Cassa la possibilità, a determinate condizioni, di rinegoziare dei mutui con scadenza successiva all’anno 2013, mediante un nuovo piano di ammortamento di restituzione di durata non inferiore a dieci anni e fino a trenta anni, a decorrere dal 1° gennaio 2011;

–          Preso atto che la circolare prevede una procedura specifica e, in particolare, che entro il 19 novembre occorre che il Comune, se interessato, deve selezionare, mediante collegamento informatico con la Cassa, i prestiti che intende negoziare alle nuove condizioni e che, successivamente, entro il 26 novembre deve trasmettere alla Cassa la documentazione richiesta, previa adozione di una apposita deliberazione del Consiglio Comunale con la quale viene approvata l’operazione di rinegoziazione;…

Letto 25318 volte

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

Pubblichiamo questo contributo di Nino Cerruto per cercare di capire meglio la situazione economica del comune di Modica e capire quale eredità ci è stata lasciata…
BILANCIO DI PREVISIONE 2010

Premessa

Nella seduta del Consiglio Comunale di Giovedì 9/9/2010 è stato approvato, dopo oltre 7 ore di dibattito, il Piano triennale delle Opere Pubbliche ed il bilancio di previsione per l’anno 2010.

Il forte ritardo con cui è stato deliberato lo strumento finanziario, che in una situazione di normalità andrebbe approvato entro il 31 Dicembre dell’anno precedente rispetto al quale l’esercizio si riferisce, è indice delle forti difficoltà finanziarie in cui ancora si trova il nostro Ente, per cui risulta arduo far quadrare i conti e nello stesso tempo elaborare bilanci reali.

Vi sono infatti alcuni nodi di fondo fortemente critici che pendono come una spada di Damocle sul Comune e che possono portare alla dichiarazione di dissesto finanziario.

I nodi critici

Le pesanti situazioni di problematicità finanziaria sono principalmente costituite da:

  1. Disavanzo di amministrazione che con il consuntivo 2009 ammonta a circa € 18.300.000;
  2. Debiti fuori bilancio di cui in 2 anni ne sono stati riconosciuti e pagati per circa € 10.000.000;
  3. Uscite obbligatorie, sono quelle rigide, in non vi sono possibilità di intervento, la maggior parte delle quali riguarda il personale spese che, nel 2010, ammontano a circa € 19.000.000 (precisamente 19.267.798);
  4. Grossi creditori che sono:

a)     L’ENEL per circa € 10.000.000;

b)    l’università per circa € 9.000.000;…

Letto 27943 volte

Relazione attività amministrativa 18 mesi

1. Premessa

La presente relazione si propone di presentare un resoconto ragionato sui primi 18 mesi di attività del Sindaco e della Amministrazione Comunale.

Come si ricorderà, la tornata elettorale conclusasi nel mese di Luglio dell’anno 2008 si svolse a distanza di appena un anno dalla precedente e fu determinata dalle dimissioni dell’allora Sindaco, rieletto nel 2007 dopo il primo quinquennio amministrativo e poi candidatosi alle Elezioni Regionali del 2008.

La precedente Amministrazione aveva avuto una continuità di sei anni, tale da consentire una pienezza di sviluppo del programma amministrativo; essa aveva goduto inoltre di una amplissima maggioranza in seno al Consiglio Comunale.

Lo scenario che si presentava tuttavia agli elettori nella tarda primavera del 2008 era contrassegnato da una fortissima conflittualità sociale, derivante soprattutto dall’incancrenirsi dei ritardi nei pagamenti al personale e ai fornitori del Comune, e dall’esplodere della emergenza rifiuti, sintomo anche di un problema strutturale maggiore e di più ampio degrado amministrativo.

Nel corso della campagna elettorale del 2008 l’argomento del Comune deficitario fu ancora oggetto di aspro confronto politico, in dipendenza della negazione o fortissima sottovalutazione del tema da parte dello schieramento avverso a quello del Sindaco che poi risultò vincitore.

Il primo compito del Sindaco e della nuova Amministrazione era dunque quello di capire dall’interno – al di là degli indicatori noti ai cittadini modicani – la vera consistenza dei problemi da affrontare.

2. La crisi finanziaria

La dimensione del baratro finanziario fu subito chiara sin dal primo impatto e dall’esame di una nota predisposta dal dirigente della ragioneria sul disavanzo e sui debiti fuori bilancio. Fu subito evidente che i bilanci predisposti e approvati in anni precedenti non rispecchiavano la realtà dei conti del Comune.

A quel punto fu necessario assumere un orientamento circa la dichiarazione o meno del dissesto. La questione era, e per certi versi rimane ancora, controversa: nel senso che questo rischio non potrà considerarsi definitivamente scongiurato fintantoché non si produrranno bilanci stabilmente riequilibrati, al cui interno ci siano vere coperture della competenza e del debito.

Come è noto, la scelta della Amministrazione e della sua maggioranza consiliare fu per la non dichiarazione dello stato di dissesto e per un orientamento operativo volto ad amministrare come se si fosse in presenza di un dissesto.…

Letto 32375 volte

Pavimentazione Strade a Modica

Il Sindaco di Modica, Antonello Buscema e l’assessore al Bilancio Giuseppe Sammito liberano dal bilancio risorse pari a € 354.000 per il progressivo finanziamento per interventi di pavimentazione di alcune strade cittadine.
Con questo primo finanziamento si realizzeranno le seguenti pavimentazioni stradali:
• pavimentazione straordinaria della Via Risorgimento ( da prolungamento Via Alcide De Gasperi a ss 115) per un importo di € 130.000;
• pavimentazione straordinaria della Via Sacro Cuore, delle traverse e della Via della Piscina per un importo di € 124.000;
• manutenzione straordinaria e pronto intervento ( contratto aperto) delle strade comunali per un importo di € 100.000.

“ E’ per noi preminente e fondamentale – dichiarano il Sindaco e l’assessore al Bilancio Sammito- procedere alla pavimentazione delle stradi comunali per garantire sicurezza e buona viabilità agli automobilisti.
Nella direttiva abbiamo invitato il dirigente a porre in essere, rapidamente,le gare nonché a rendere esecutivi gli altri progetti di massima segnalati, poiché altre risorse finanziarie saranno rese disponibili per la effettuazione di lavori di pavimentazione stradale per dare una risposta concreta a necessità legittime dei cittadini.”

Letto 20594 volte