Parco degli Iblei – confronto durante il VII campo a Cava Ispica

COMUNICATO STAMPA

Parco degli Iblei

Legambiente Modica organizza il confronto durante il VII Campo internazionale di Cava Ispica

Faticoso, ma pieno di entusiasmo, il lavoro dei volontari che dallo scorso 26 Giugno hanno raggiunto Cava Ispica per partecipare al programma del VII campo di volontariato internazionale organizzato da Legambiente circolo “Melograno” di Modica.

I volontari del campo e i soci del circolo ambientalista modicano hanno organizzato per Venerdì sera, 9 Luglio, alle ore 20,00, in collaborazione con il Comune di Modica, l’Ordine degli architetti di Ragusa, l’Associazione naturalistica Kalura e Extempora produzioni audio-visive, un incontro con istituzioni, amministrazioni locali e cittadini, i quali saranno accompagnati a visitare un tratto dell’area archeologica e paesaggistica, precisamente quello compreso fra il sito di C/da Baravitalla (tomba del principe) e di C/da Calicantoni (Castello Sicano), recuperati e valorizzati, grazie alla pulizia dei sentieri, alla realizzazione di fasce tagliafuoco, al posizionamento di cartelli informativi, e potranno ammirare le bellezze di un pezzo di paradiso terrestre, cioè le splendide cave del Parco degli Iblei.…

Letto 13246 volte

Nuova richiesta dati raccolta differenziata. (“Obiettivo fissato, Ecotassa, Penalità, Importo Ecotassa, Importo Penalità”)

Il consigliere capogruppo della lista Una Nuova Prospettiva reitera la richiesta dei dati sulla raccolta differenziata nel comune di Modica dato che la precedente risultava incompleta. In particolare i dati forniti dalla D.ssa Nero erano manchevoli degli obiettivi prefissati dal comune e degli importi attualmente pagati a titolo di ecotassa e penale dovute per il mancato raggiungimento degli obiettivi minimi fissati dalla legge. Segue testo integrale della richiesta.…

Letto 14979 volte

RIFIUTI: ANNO NUOVO STESSA EMERGENZA.

viafilarota.jpg

Ad un mese di distanza dal Consiglio Comunale dedicato al tema dei rifiuti e della discarica e a poco più di due mesi dalla scadenza della chiusura della discarica di S. Biagio a Scicli, sembra essere calato il silenzio sul problema.

Niente è stato fatto dal Sindaco Torchi e dall’Assessore Gerratana per ridurre il peso dei rifiuti in discarica, niente è stato proposto in termini progettuali per tentare di uscire dall’emergenza che la città sta vivendo e della quale a breve si potrebbero evidenziare gli aspetti più drammatici e che porterebbero in pochi giorni a scenari “campani”.

Letto 11690 volte

COMUNICATO su manifestazione regionale contro il piano regionale dei rifiuti e per la differenziata

Sabato 15 dicembre 2007 si è tenuta a Catania la manifestazione regionale contro il Piano Regionale dei Rifiuti del governo Cuffaro e per la raccolta differenziata e il riciclo, che ha visto la presenza di una rappresentanza di cittadini dei comuni iblei e di esponenti del movimento politico “una nuova prospettiva” di Modica.
Durante la manifestazione è stata ribadita la contrarietà al Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti che presenta un’impostazione radicalmente opposta alle direttive europee sulla gestione di rifiuti, così come recepita dal governo italiano mediante il decreto Ronchi (d.lgs . 22/97). Infatti, mentre in Europa si individua nella formula delle 4 R (Riduzione, Riuso, Riciclaggio e Recupero) la pianificazione della gestione dei rifiuti, il Piano di Cuffaro pone al centro l’incenerimento dei rifiuti, prevedendo la costruzione di 4 mega Inceneritori (normalmente definiti “termovalorizzatori” per renderli più accettabili dai cittadini) nei siti di Augusta (SR), Bellolampo (PA), Casteltermini (AG) e Paternò (CT).

Letto 8908 volte

Corrado Rizzone – Verdi Modica sui rifiuti

E’ bene che si sappia che:

1. Non è assolutamente vero che la realizzazione di un discarica a Modica farebbe diminuire i costi per i cittadini. Il costo del conferimento in discarica è stabilito per legge ed è uguale per tutte le discariche autorizzate; oggi si aggira sui 120-130 € tonnellata, il doppio della tariffa praticata a Scicli e superiore del 30% a quella praticata a Vittoria, indipendentemente dal luogo di conferimento. La differenza di costi è dovuta semmai al trasferimento. Quindi a meno di non realizzare la discarica in corso Umberto i costi non si abbatterebbero.

Letto 10512 volte