La città nascosta: rassegna cinematografica. Modica, atrio comunale

01_cartolina_lacittanascosta03/08
Sacro e profano
[Filth and wisdom]
di Madonna, GB 2009, dur. 82’
Tre bizzarri personaggi che vivono in una
Londra colorata e multietnica, cercano di
inseguire i loro sogni, e per farlo, in alcuni
casi, saranno costretti all’arte dell’arrangiarsi
per procurarsi il denaro necessario… Per
l’esordio alla regia, Madonna sceglie una
commedia stravagante ed eccentrica e, come
protagonista, il cantante della band Gogol
Bordello.

Letto 17539 volte

Ass. Attinkitè – Documentari presso palazzo Grimaldi

rassegnaL’associazione culturale Attinkitè organizza per il mese di Luglio presso il palazzo Grimaldi a Modica bassa una piccola rassegna di film-documentari con inizio alle ore 21.

9 LUGLIO – ORE 21
FAST FOOD NATION DI RICHARD LINKLATER

16 LUGLIO – ORE 21
ANGELI DISTRATTI DI GIANLUCA ARCOPINTO

23 LUGLIO – ORE 21
U STISSO SANGU DI F. DI MARTINO E S. ADERNÒ

Letto 9173 volte

U stisso sangu – storie più a sud di Tunisi

u_stissu_sangu“U stissu sangu – storie più a sud di Tunisi” sarà presentato venerdì 26 giugno, alle 18, al Palazzo della Cultura di Modica, C.so Umberto. All’iniziativa saranno presenti gli autori Francesco Di Martino e Sebastiano Adernò.

U STISSO SANGU racconta le storie dei migranti che arrivano sulle coste della Sicilia, in particolare della Sicilia del sud est, con in mano null’altro che la loro storia e i loro sogni; il documentario, lontano da interpretazioni politiche, lascia che siano gli stessi protagonisti dei viaggi a raccontare i motivi che li portano ad abbandonare casa ed affetti, per lanciarsi nel vuoto di un paese straniero e, alle volte, strano.

L’arrivo dei migranti dopo viaggi in condizioni estreme, la permanenza nei centri di prima accoglienza, l’attesa – di giorni e giorni, in condizioni spesso assurde e inumane — per un foglio che spesso non arriva (quello di permanenza) o che non è quello che si aspettava (quello di via): U STISSO SANGU racconta questo e lo fa con le parole di ha vissuto in prima persona il dramma umano delle nuove migrazioni.

Letto 15527 volte

Programma Giugno Modicano 2009

manifesto-giugno-modicanoPROGRAMMA GIUGNO MODICANO 2009
LUNEDÌ 1 – Treppiedi Nord ore 18.00: rappresentazione teatrale “Il magico mondo delle fiabe” a cura della Compagnia del Piccolo Teatro – ore 19.00: “Festa alla rotonda” a cura dei gruppi musicali della Scuola Media “G. Falcone”
MERCOLEDÌ 3 – Treppiedi Nord ore 19.00: “Concerto Gruppi Rock” a cura della Scuola Media “G. Falcone” con i gruppi “LIGAGLIARDI” e i “SUMLIFE”
GIOVEDÌ 4 – Chiesa San Michele (attigua alla Chiesa di San Giorgio) ore 18.00: “Giovedì al cinema” immagini dai film girati negli iblei a cura dell’associazione “Mater” Piano di Zona Distretto 45
VENERDÌ 5 – Villa S. Anna ore 19.00: Spettacolo Teatrale “Pinocchio: la memoria del futuro” a cura del Circolo Didattico “Raffaele Poidomani”
VENERDÌ 5 – Teatro Garibaldi – ore 20.00: “Concerto di fine anno” a cura dell’Istituto Comprensivo “E. Ciaceri”
VENERDÌ 5 – Chiesa SS. Salvatore ore 19.30: Concerto Voci Bianche a cura dell’Istituto Comprensivo “Santa Marta” Direzione Maestro Orazio Baglieri – Organista Maestro Giorgio Cannizzaro

Letto 36977 volte

Come un uomo sulla terra

1giugno_come_un_uomo_sulla_terraIl Clandestino e Borderline Sicilia
presentano

Modica – Palazzo della Cultura – 1 giugno 2009 ore 19:00
COME UN UOMO SULLA TERRA
un film di Andrea Segre, Riccardo Biadene e Dagmawi Yimer

Dal 2003 l’Italia chiede alla Libia di fermare i migranti africani diretti a Lampedusa. Ma cosa fa realmente la polizia libica? Cosa subiscono migliaia di uomini e donne? E perchè tutti fingono di non saperlo?
Dopo 200 proiezioni in tutta Italia, e oltre 6.500 firme raccolte per una inchiesta parlamentare, arriva finalmente anche a Modica il film documentario che svela i retroscena della cooperazione italo libica contro l’immigrazione. …

Letto 14076 volte

Convegno: i bambini e la città

i-bambiniMartedì 28 aprile 2009, dalle ore 17 alle ore 20, si terrà alla Casa don Puglisi di Modica un convegno, realizzato con il sostegno del “Centro servizi per il volontariato etneo”, su “I bambini e la città” (si allega programma) che partendo dai dati raccolti dall’Osservatorio diocesano delle povertà, vuole dare un contributo alla riflessione e all’azione pedagogica e politica di famiglie, associazioni, amministrazioni, servizi socio-sanitari perché i bambini, tutti i bambini e in particolare quelli con più difficoltà diventino la “misura” di una città più giusta e più fraterna.

Sono previsti gli interventi del presidente dell’Ecos Med Gaetano Giunta, del ricercatore sociale Salvatore Rizzo, del direttore dell’Istituto di Gestalt e Ministro provinciale dei Cappuccini Giovanni Salonia. Il convegno vuole altresì dare un contributo alla scrittura del nuovo Piano socio-sanitario di zona, per il quale è stata avviata la concertazione sociale: ci sembra anche in questo caso che mettersi “ai piedi della crescita dei bambini” comporti servizi intelligenti e attenti ma anche un’adeguata cultura della solidaerietà e della cittadinanza.

Letto 17121 volte

Una Nuova Prospettiva: solidarietà all’assessore Antonio Calabrese

Esprimiamo la nostra piena solidarietà all’assessore Antonio Calabrese vittima di un gesto vile ed ignobile che rimanda a storie e culture che non hanno mai avuto cittadinanza a Modica.

Condanniamo con forza questo gesto che, evidentemente, ha trovato terreno fertile in un humus di prepotenza e violenza e che, a prescindere, dalle motivazioni che lo hanno generato, rimanda ad atteggiamenti che sono propri di chi ignora il confronto civile e democratico e ritiene che la forza e la sopraffazione governino le società.

Tutto ciò non può non preoccupare tutti noi, ciascuno per il proprio ruolo, e ci obbliga a lavorare affinchè un clima di legalità e rispetto delle regole ritorni a caratterizzare ogni aspetto della vita sociale della nostra città.

La cultura del rispetto delle regole è stata per troppo tempo bistrattata e svuotata del proprio significato, modellata ad uso e consumo di interessi politici ed economici di pochi.

E’ ora di tornare al primato dell’interesse generale, dove il diritto del singolo non confligge con il bene comune ma, anzi, ne diviene complemento necessario ed indispensabile.

Auspichiamo, pertanto, che questo segnale d’allarme si tramuti in occasione per sentirci tutti uniti attorno alla difesa e alla cura di valori e principi che nessuna forma intimidatoria e violenta, più o meno organizzata, potrà mai pensare di scalfire e calpestare.

Una Nuova Prospettiva – Movimento politico della città di Modica.

Letto 11818 volte