REVISORI DEI CONTI: SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

REVISORI DEI CONTI:
SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

Nino Cerruto

Al primo punto all’odg del Consiglio Comunale di Modica di Giovedì 25 marzo u.s. vi era la nomina dei revisori dei conti.

La normativa vigente individua nel Consiglio Comunale l’organo deputato alla nomina dei componenti del Collegio dei revisori. Si tratta, come in altri casi, di una stranezza, per non dire di un’anomalia, della legge in quanto si consente al controllato di nominare il proprio controllore. Una buona consuetudine del passato ha comunque fatto sì che l’opposizione esprimesse un nome da inserire nel suddetto collegio.

Non tutti gli organi politici hanno dimostrato possedere questa sensibilità istituzionale. Così ad esempio il precedente governo di centro destra della città della contea ha espresso la totalità dei componenti il collegio dei revisori, garantedosi così spesso più una copertura della cosiddetta “finanza creativa” messa in atto, e di cui ne sperimentiamo quotidianamente le nefaste conseguenze, che una effettiva forma di controllo.

L’attuale governo di centro sinistra ha invece compiuto delle scelte che, sotto il profilo della trasparenza, hanno una distanza siderale da quelle fatte, nel recente passato, dal centro destra.

In prima istanza ha emanato un bando, fatto più unico che raro, che invitava, coloro che sono in possesso dei requisti, ad esprimere uffcialmente la disponibilità a ricoprire il ruolo in questione. Bando a cui è stata data la giusta pubblicizzazione, come dimostrano le disponibilità provenienti da diverse parti del territorio regionale e nazionale.

In secondo luogo, interrompendo ancora una volta la logica arraffatutto, caratteristica del centro destra, ha offerto all’opposizione UDC e PDL, la possibilità di esprimere un proprio nome da nominare come revisore dei conti.…

Letto 32826 volte

Riequilibri di bilancio – Osservazioni del consigliere Nino Cerruto

Pubblichiamo di seguito alcuni “pezzi” – osservazioni tratte dall’ultimo consiglio comunale.

antonellostanzasindaco1) L’11/9/2007 il consiglio comunale approva a maggioranza il conto consuntivo 2006 portato dalla giunta Torchi, dove risulta un disavanzo di amministrazione di – 687.332,52 € (sarebbe il debito del comune);

2) Dopo un anno l’attuale consiglio approva il consuntivo 2007, in parte redatto dal commissario che ha gestito il comune fino alle elezioni del maggio 2008, dove risulta un disavanzo di gestione di 5.749.609 € ed un debito complessivo di circa 22.000.000 €.

3) La corte dei Conti chiede ragione di ciò (attualmente la magistratura contabile chiede un giorno si ed un giorno pure chiarimenti sulla gestione finanziaria del comune, perchè Modica, a differenza di altri comuni che sono anche in grave crisi, ha di fatto riconosciuto di essere strutturalmente deficitario);

4) L’amministrazione ha spiegato che sono state cancellate entrate false (fitto del palazzo di giustizia), ridotte entrate gonfiate ed aumentate spese sottostimate (ad es. per proventi edilizi nel 2007 prevedono quasi 7 milioni di entrate e ne entrano 2.001.000, mentre per il 2009 ne sono state previste 3.400.000 quasi tutti entrati; sul fronte delle uscite nel 2007 si scriveva per l’Enel 1.500.000 in uscita e in realtà ne occorrevano il doppio, riconosciuti da questa amministrazione come debiti fuori bilancio, spesa reale di 3.000.000 che è stata prevista nel 2009;

5) SWAP: con questo termine s’intende l’operazione scellerata compiuta dalla giunta Torchi di trasformare i mutui a tasso fisso in tasso variabile e che ci costano centinaia di migliaia di euro l’anno (solo per il 2009 occorrono 200.000 €);…

Letto 36887 volte

Vito D’antona risponde a Riccardo Minardo MPA

Dichiarazione del Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica, Vito D’Antona.

Vito D'AntonaIl tono con il quale l’on.le Riccardo Minardo ha parlato attraverso la stampa di alcune questioni che riguardano il Comune di Modica appare eccessivamente perentorio rispetto ad una situazione particolarmente difficile, nella quale quotidianamente Sindaco, amministratori e consiglieri comunali cercano di dare il massimo per raggiungere l’obiettivo di risanare il Comune e fornire tutti quei servizi che i cittadini pretendono giustamente di avere in una città normale.
Al di là delle questioni specifiche, sulle quali ha fornito una risposta il Sindaco, ci preme sottolineare il fatto che non possono passare inosservate le dichiarazioni dall’esponente MpA se dovessero avere l’effetto di rappresentare agli occhi dell’opinione pubblica una realtà nella quale, in ruoli e comportamenti differenti, il Sindaco e una parte della maggioranza frenerebbero l’azione di risanamento che invece verrebbe condotta solo dal Movimento per l’Autonomia.…

Letto 26820 volte

Consiglio comunale del 19-02. “Dissesto” e “Antenne”

Nella seduta di ieri 19 è stato approvato il regolamento per la antenne-sulla-collina-di-monserratominimizzazione dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici. Si tratta di un atto importantissimo che concilia da un lato la copertura del territorio relativamente alla rete di tel. cellulare e dall’altro la tutella della salute pubblica.  Il regolamento prevede tra l’altro la costituzione del Gruppo Tecnico di Valutazione (GTV), di cui dovranno far parte rappresentanti delle ass. ambientaliste e dei comitati cittadini ufficilamente cosituiti.  Sarà a questo punto importante la cosituzione di questi comitati e l’istituzione del GTV in modo da porre in essere tutti gli adempimenti previsti dal regolamento al fine di avviare anche una sanatoria dell’esistente.

Antonello Buscema
Antonello Buscema

Il Sindaco ha poi magistralmente illustrato la situazione finanziaria e le proposte che, se condivise dalle forze politiche, sociali e sindacali, potranno avviare la dura fase di risanamento. Ha chiesto rispetto per le proposte perchè dietro vi è la sofferenza di tante persone illuse ed ingannate con la promessa di un posto di lavoro definitivo senza nemmeno la possibilità di poterli pagare. Proprio per rispetto a queste persone non può esserci spazio per meschini calcoli politici o per affermazioni, fatte in malafede da chi questo disastro ha causato, che l’amministrazione sta solo facendo terrorismo diffondendo dati falsi. Dopo che per 6 ANNI LA MENZOGNA  E L’ARROGANZA SONO STATE LE PROTAGONISTE A PALAZZO DI CITTA’ PER LA CARRIERA POLITICA DI “QUALCUNO” CHE VIVEVA SOLO DI QUESTO, ora ci vengono a dire che Antonello sta mentendo e che la città in questi 9 mesi è stata duramente colpita. CHE FACCIA TOSTA.

Letto 37438 volte

Debiti a Modica: a quanto ammontano? – “I conti di Modica”

I Conti di Modica
I Conti di Modica

Vi informiamo che Domenica 7 Settembre 2008, alle ore 21.30 in piazza Matteotti a Modica, si terrà il comizio dell’amministrazione comunale precedentemente fissato per la scorsa settimana e rinviato per impegni istituzionali del sindaco al premio Ragusani nel Mondo.

Il sindaco Antonello Buscema e gli assessori relazioneranno sul primo scorcio di amministrazione ed informeranno la città circa la situazione finanziaria del Comune.

Letto 16946 volte

Debiti a Modica: a quanto ammontano? – “I conti di Modica”

ATTENZIONE!!!

L’appuntamento è rinviato a causa della concomitanza con il premio Ragusani nel Mondo.

http://www.unanuovaprospettiva.it/2008/09/02/debiti-a-modica-a-quanto-ammontano-i-conti-di-modica/

Domenica 7 settembre 2008, alle ore 21.30

Domenica 31 agosto 2008, alle ore 21.00, in Piazza Matteotti, comizio dell’amministrazione comunale sul tema “I conti di Modica” .

Interverrà il sindaco Antonello Buscema che informerà la cittadinanza circa la situazione finanziaria del Comune di Modica.

Siete tutti invitati a partecipare.

Letto 18062 volte

Antonello Buscema: a ciascuno le proprie responsabilità…

Antonello BuscemaMentre Modica versa in condizioni gravissime (chiusa momentaneamente la vertenza con gli operatori ecologici, rimangono irrisolte quella dei lavoratori delle cooperative sociali, delle società miste e dei dipendenti comunali) il centrodestra, invece di assumersi le proprie responsabilità, cerca di sviare l’attenzione con posizioni a dir poco originali.

Scucces per primo ha minacciato per inadempienza la ditta titolare della nettezza urbana, dimenticando che il Comune le deve 3 milioni di euro, Drago parla di responsabilità diffuse e dichiara che la Multiservizi rappresenta per la città un lusso insostenibile facendo gravare un’ombra scura sul futuro dei lavoratori dopo averli “utilizzati” con una pervicace azione clientelare, e in ultimo apprendiamo che il consigliere provinciale Sebastiano Failla, riprendendo una vecchia mozione contro la soppressione del Tribunale di Modica, sta cercando di montare una sterile polemica, inutile ed anacronistica.…

Letto 35994 volte