Riequilibri di bilancio – Osservazioni del consigliere Nino Cerruto

Pubblichiamo di seguito alcuni “pezzi” – osservazioni tratte dall’ultimo consiglio comunale.

antonellostanzasindaco1) L’11/9/2007 il consiglio comunale approva a maggioranza il conto consuntivo 2006 portato dalla giunta Torchi, dove risulta un disavanzo di amministrazione di – 687.332,52 € (sarebbe il debito del comune);

2) Dopo un anno l’attuale consiglio approva il consuntivo 2007, in parte redatto dal commissario che ha gestito il comune fino alle elezioni del maggio 2008, dove risulta un disavanzo di gestione di 5.749.609 € ed un debito complessivo di circa 22.000.000 €.

3) La corte dei Conti chiede ragione di ciò (attualmente la magistratura contabile chiede un giorno si ed un giorno pure chiarimenti sulla gestione finanziaria del comune, perchè Modica, a differenza di altri comuni che sono anche in grave crisi, ha di fatto riconosciuto di essere strutturalmente deficitario);

4) L’amministrazione ha spiegato che sono state cancellate entrate false (fitto del palazzo di giustizia), ridotte entrate gonfiate ed aumentate spese sottostimate (ad es. per proventi edilizi nel 2007 prevedono quasi 7 milioni di entrate e ne entrano 2.001.000, mentre per il 2009 ne sono state previste 3.400.000 quasi tutti entrati; sul fronte delle uscite nel 2007 si scriveva per l’Enel 1.500.000 in uscita e in realtà ne occorrevano il doppio, riconosciuti da questa amministrazione come debiti fuori bilancio, spesa reale di 3.000.000 che è stata prevista nel 2009;

5) SWAP: con questo termine s’intende l’operazione scellerata compiuta dalla giunta Torchi di trasformare i mutui a tasso fisso in tasso variabile e che ci costano centinaia di migliaia di euro l’anno (solo per il 2009 occorrono 200.000 €);…

Letto 31542 volte

Nino Cerruto su ultimatum di Vindigni al Comune di Modica

L’ultimatum che il Presidente Vindigni, di AN, dell’ATO AMBIENTE ha intimato al comune di Modica, dimostra ancora una volta che la principale emergenza che vi è nella città della Contea non è tanto quella dei rifiuti, bensì quella economica, grazie alla gestione finanziaria dell’Amministrazione Torchi che da quasi 6 anni governa questa città.
I debiti che questa Amministrazione ha accumulato in questi anni, relativamente all’igiene ambientale, con i comuni di Scicli, Ragusa, Vittoria, con l’ATO Ambiente e con le ditte che hanno gestito e gestiscono la raccolta dei a Modica, pongono una legittima domanda: i soldi che i cittadini modicani hanno versato per il pagamento della TARSU come sono stati spesi?

Letto 8300 volte