Grandi affari dell’acqua in Sicilia: inchiesta di Carlo Ruta

Carlo Ruta
Carlo Ruta

Il business del secolo in Sicilia

Acqua, un affare che scotta

Come gruppi economici e consorterie territoriali stanno appropriandosi delle risorse idriche di una regione che possiede tanta acqua mentre, per paradosso, ne patisce endemicamente la mancanza. La presenza discreta della multinazionale spagnola Aqualia. Le strategie della società catanese Acoset. L’anomalia del sudest.

In Sicilia i processi di privatizzazione dell’acqua che vanno dipanandosi negli ultimi anni si raccordano con una tradizione composita. Se si dà uno sguardo alla storia post-unitaria, si constata infatti che l’accaparramento delle fonti, delle favare per usare il termine di derivazione araba, ha scandito con regolarità l’evoluzione legale e illegale dei ceti che hanno esercitato dominio sull’isola. Il controllo delle acque ha consentito di lucrare rendite economiche e posizionali importanti, di capitalizzare, di chiamare a patti le autorità pubbliche, di condizionare quindi gli atti dei municipi, degli enti di bonifica, di altre istituzioni.…

Letto 17480 volte

Nuova richiesta dati raccolta differenziata. (“Obiettivo fissato, Ecotassa, Penalità, Importo Ecotassa, Importo Penalità”)

Il consigliere capogruppo della lista Una Nuova Prospettiva reitera la richiesta dei dati sulla raccolta differenziata nel comune di Modica dato che la precedente risultava incompleta. In particolare i dati forniti dalla D.ssa Nero erano manchevoli degli obiettivi prefissati dal comune e degli importi attualmente pagati a titolo di ecotassa e penale dovute per il mancato raggiungimento degli obiettivi minimi fissati dalla legge. Segue testo integrale della richiesta.…

Letto 14949 volte

RIFIUTI: ANNO NUOVO STESSA EMERGENZA.

viafilarota.jpg

Ad un mese di distanza dal Consiglio Comunale dedicato al tema dei rifiuti e della discarica e a poco più di due mesi dalla scadenza della chiusura della discarica di S. Biagio a Scicli, sembra essere calato il silenzio sul problema.

Niente è stato fatto dal Sindaco Torchi e dall’Assessore Gerratana per ridurre il peso dei rifiuti in discarica, niente è stato proposto in termini progettuali per tentare di uscire dall’emergenza che la città sta vivendo e della quale a breve si potrebbero evidenziare gli aspetti più drammatici e che porterebbero in pochi giorni a scenari “campani”.

Letto 11671 volte

COMUNICATO su manifestazione regionale contro il piano regionale dei rifiuti e per la differenziata

Sabato 15 dicembre 2007 si è tenuta a Catania la manifestazione regionale contro il Piano Regionale dei Rifiuti del governo Cuffaro e per la raccolta differenziata e il riciclo, che ha visto la presenza di una rappresentanza di cittadini dei comuni iblei e di esponenti del movimento politico “una nuova prospettiva” di Modica.
Durante la manifestazione è stata ribadita la contrarietà al Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti che presenta un’impostazione radicalmente opposta alle direttive europee sulla gestione di rifiuti, così come recepita dal governo italiano mediante il decreto Ronchi (d.lgs . 22/97). Infatti, mentre in Europa si individua nella formula delle 4 R (Riduzione, Riuso, Riciclaggio e Recupero) la pianificazione della gestione dei rifiuti, il Piano di Cuffaro pone al centro l’incenerimento dei rifiuti, prevedendo la costruzione di 4 mega Inceneritori (normalmente definiti “termovalorizzatori” per renderli più accettabili dai cittadini) nei siti di Augusta (SR), Bellolampo (PA), Casteltermini (AG) e Paternò (CT).

Letto 8889 volte

Rita Borsellino sulla raccolta differenziata.

Rita Borsellino: “Raccolta differenziata e riciclo dei
materiali investimento ambientale, sociale ed economico”.

Palermo, 15 dicembre 2007. “Riscrivere il piano dei rifiuti è
essenziale non solo per la salute dei siciliani ma per una questione
economica. Perché incentivare la raccolta differenziata ed il riciclo
è un investimento in termini ambientali e occupazionali”. Lo ha detto
oggi partecipando alla manifestazione regionale contro i
termovalorizzatori, Rita Borsellino. …

Letto 6811 volte

Rita Borsellino: inceneritori progettati da Cuffaro, sovradimensionati e pericolosi per le generazioni future

GialloRifiuti. Rita Borsellino: “Termovalorizzatori progettati da
Cuffaro, sovradimensionati e pericolosi per le generazioni future”.

Palermo, 11 dicembre 2007. “Così come sono stati progettati e con una
raccolta differenziata ferma al 6 per cento i termovalorizzatori
rappresentano una pericolosa cambiale in bianco per le prossime
generazioni”.

Letto 7072 volte

Comune di Modica debitore nei confronti AGESP. Si PIGNORANO tutti i conti dell’ATO provinciale!

Inviatiamo a leggere la notizia di oggi 7 dicembre 2007, la trovate qui di seguito, relativa al PIGNORAMENTO dei conti correnti dell’ATO (quindi pignoramento dei soldi versati dai comuni di Ragusa, Monterosso, Chiaramonte, Acate, Comiso, Gerratana, Santa Croce e Vittoria).

Letto 12648 volte