LIBERA RG: Se la mafia non esiste a Ragusa

LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE, coordinamento di Ragusa.

COMUNICATO:

Non possono lasciare indifferenti le parole dell’on. Lillo Speziale, Presidente Commissione Antimafia dell’Ars,  in merito al livello di illegalità presente in provincia di Ragusa. Come è stato ribadito da analisi più approfondite, negli anni nei territori iblei non si è radicata la mafia che spara. A dispetto di tale particolarità storica, la provincia ha espresso tuttavia livelli di illegalità e incrostazioni mafiose non indifferenti.

E’ vero che la mafia tradizionale non ha “attecchito” in tale area così come altrove, ma essa è ben presente sotto forme mimetiche: riciclaggio, usura, ma anche racket, come recentemente si è ricordato in un convegno in memoria di Giovanni Spampinato, “giornalista ucciso a Ragusa perché scriveva troppo” su fatti illeciti frutto di intrecci fra trame nere e crimine organizzato.

Come “Libera Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie”, coordinamento di Ragusa, siamo vicini alle persone che, pure alle nostre latitudini, vengono quotidianamente vessate nella loro attività di impresa dall’economia criminale.…

Letto 23371 volte

NO ALLA VENDITA DEI BENI CONFISCATI

NO ALLA VENDITA DEI BENI CONFISCATI

Firma l’appello: Niente regali alle mafie, i beni confiscati sono cosa nostra

logoliberaTredici anni fa, oltre un milione di cittadini firmarono la petizione che chiedeva al Parlamento di approvare la legge per l’uso sociale dei beni confiscati alle mafie. Un appello raccolto da tutte le forze politiche, che votarono all’unanimità le legge 109/96. Si coronava, così, il sogno di chi, a cominciare da Pio La Torre, aveva pagato con la propria vita l’impegno per sottrarre ai clan le ricchezze accumulate illegalmente.

Oggi quell ‘impegno rischia di essere tradito. Un emendamento introdotto in Senato alla legge finanziaria, infatti, prevede la vendita dei beni confiscati che non si riescono a destinare entro tre o sei mesi. E’ facile immaginare, grazie alle note capacità delle organizzazioni mafiose di mascherare la loro presenza, chi si farà avanti per comprare ville, case e terreni appartenuti ai boss e che rappresentavano altrettanti simboli del loro potere, costruito con la violenza, il sangue, i soprusi, fino all’intervento dello Stato.…

Letto 17599 volte

Vittoria: nascita coordinamento di Libera

logoliberaCarissimi amici e compagni di viaggio,
dopo la nascita di “LIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE” in provincia di Ragusa alla fine dello scorso anno, è con soddisfazione e fiducia che annunciamo la nascita del primo coordinamento cittadino di LIBERA in provincia e in particolare a Vittoria, Sabato 13 Giugno alle ore 18,30 presso la Sala Avis in zona Fiera Emaia.

Letto 14647 volte

Libera: Comunicato di Solidarietà al consigliere comunale di Modica, prof. Nino Cerruto

logoliberaLIBERA ASSOCIAZIONI NOMI E NUMERI CONTRO LE MAFIE, coordinamento di Ragusa, si associa al coro di solidarietà espresso al consigliere prof. Nino Cerruto per l’aggressione violenta e incomprensibile ricevuta dallo stesso nell’ultima seduta del Consiglio Comunale aperto di Modica, in data 21 Maggio 2009.…

Letto 22289 volte

La mozzarella della legalità

mozzContro le mafie. Per la legalità e lo sviluppo. Il 19 marzo a Casal di Principe sarà dato il via al progetto La mozzarella della legalità, una “iniziativa esemplare” sostenuta dalla Fondazione per il Sud e realizzata da Libera, per l’utilizzo sociale e produttivo di terreni, masserie e allevamenti bufalini confiscati alla camorra.

Nelle terre di don Peppe Diana, il parroco assassinato dalla Camorra quindici anni fa, sui beni confiscati al clan dei Casalesi, sorgerà un’impresa sociale per la produzione della “mozzarella più buona del mondo”, per il suo inconfondibile gusto ma soprattutto per il suo sapore di libertà e giustizia.

Letto 10247 volte

Nasce “Il Clandestino”. Mafia e informazione nel cono d’ombra.

Nasce il mensile d’informazione
Il Clandestino
in occasione della sua presentazione, in collaborazione con
Libera – Associazione nomi e numeri contro le mafie –liber

Il Clandestino

presenta
Mafia e informazione nel cono d’ombra
– Uno sguardo nel sud est siciliano –

Interverranno:
Rosario Crocetta, sindaco di Gela
Carlo Ruta, storico e giornalista
Pippo Gurrieri, dir. Responsabile de “Il Clandestino”
Angelo Di Natale, giornalista Rai Sicilia
Gianluca Floridia, Libera

Venerdì 27 Febbraio ore 18:30
Palazzo della Cultura – MODICA –

Letto 17510 volte