SE BRUCIASSE LA CITTÀ…

estint-wa0003

Se bruciasse la città… forse non sapremmo cosa fare, ma se divampasse un incendio al palazzo di città di Modica o in uno degli edifici comunali decentrati, alcuni dipendenti, quelli delegati a farlo, “correrebbero” immediatamente a prendere gli estintori e proverebbero a intervenire per fermare le fiamme.
Ma se per un caso fortuito, se non addirittura improbabile, l’estintore fosse fuori servizio e quindi non funzionante, si perderebbe del tempo preziosissimo per andare alla ricerca di un altro estintore.
Immaginatevi, però, cosa potrebbe accadere se anche l’altro estintore risultasse fuori servizio e poi anche il successivo e poi l’altro ancora.
Lo sappiamo, starete già pensando che solo nei film accadono certe cose.
E invece al Comune di Modica la realtà supera la fantasia e tutto ciò potrebbe accadere da un momento all’altro, perché, difficile a credersi, quasi tutti gli estintori risultano fuori servizio.

Letto 27067 volte

Tasse comuali

TASSE COMUNALI

1) L’Imposta comunale sugli immobili, meglio nota con l’acronimo ICI, è stato un tributo comunale che aveva come presupposto impositivo la proprietà di fabbricati e terreni agricoli ed edificabili situati nei confini della Repubblica Italiana. Dal bilancio consuntivo 2013 risulta che il comune di Modica dovrebbe ancora incassare circa € 5.800.000 di ICI relativa ad anni pregressi.

2) IMU è l’acronimo di Imposta Municipale Unica. Ha sostituito la vecchia ICI (nel 2002), l’IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali calcolate sui redditi fondiari riferiti ad immobili non locati. Dovrà essere pagato dai proprietari di immobili o i titolari di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie. L’IMU con la legge di Stabilità 2014 non è più dovuta sulla prima casa e relative pertinenze. L’unica eccezione riguarda il caso in cui l’immobile è indicato come di lusso, quindi rientrante nelle categorie catastali A/1, A/9 e A/8 per le quali continua ad applicarsi l’aliquota ridotta e la detrazione di 200 euro. L’IMU resta invece in vigore sulla seconda casa. Le esenzioni rimangono invariate rispetto al 2013, in relazione agli immobili equiparati all’abitazione principale quali:

Letto 42042 volte

Modica, sospensione delle ingiunzioni di pagamento: demagogia e populismo?

Nino Cerruto smallNei giorni scorsi abbiamo appreso da giornali e tv che il Sindaco Abbate ha sospeso le ingiunzioni di pagamento relative agli anni
pregressi della TARSU.
Se vogliamo astenerci dal dare valutazioni definitive in considerazione della brevità di tempo trascorso dall’insediamento del nuovo sindaco, non possiamo non rilevare alcuni elementi che potrebbero rivelarsi indicatori di un modo di procedere.

Perchè avvertiamo rischi di demagogia e populismo?

L’atto appare demagogico in quanto non aggiunge nulla a ciò che è già nelle facoltà degli uffici preposti, i quali, hanno le competenze per annullare le ingiunzioni relative a pagamenti non dovuti e, dinanzi a situazioni di difficoltà economica dell’utente, hanno mandato per rateizzare l’importo anche sino a 24 mesi.

Letto 78582 volte

Soppressione del tribunale di Modica: tra paradossi romani e strani lavori silenziosi dell’On Nino Minardo

L’imminente soppressione del tribunale di Modica sembra costituire un esempio di vicenda dai connotati paradossali. Tutto ha origine con la legge delega n. 138/2011 del Governo Berlusconi del 13 Agosto 2011, a seguito della quale vengono individuati 37 tribunali da sopprimere (tra cui Modica) per motivi di efficienza ed economicità.

Il 10 Agosto 2012 l’attuale Governo Monti ha depennato dall’elenco 7 tribunali, tra cui Sciacca e Caltagirone.

Il nostro tribunale pur avendo i requisiti, come è stato più volte rappresentato agli organi ministeriali dal Sindaco, dal Presidente del Consiglio Comunale e dai vari ordini giudiziari, per poter essere mantenuto, è stato lasciato nell’elenco dei tribunali da sopprimere.…

Letto 71689 volte