Multiservizi: Relazione

MULTISERVIZI

Parte prima.

La nascita

Facendo seguito alla delibera di giunta n. 169 del 25/10/2002 , il Consiglio Comunale di Modica il 24/3/2003 approva la costituzione della società mista a prevalente capitale pubblico (51%). Essa viene poi ufficialmente costituita il 27/7/2004 con la soc. OMNIA GLOBAL S.r.l. , con sede in Catania in via Toselli 40.

Scopo.

Nello statuto approvato dal CC si legge che gli obiettivi che ci si prefiggeva raggiungere erano:

  1. introdurre modalità di gestione dei servizi improntate a criteri di economicità, efficacia, efficienza, così da ridurre i costi, elevare gli standard qualitativi e quantitativi dei servizi;
  2. assicurare lo sbocco occupazionale dei lavoratori precari (articolisti LSU ed LPU) di tipo duraturo e non assistito, derivante da un’iniziativa avente valenza economico-imprenditoriale con garanzia di stabilità

Il Consiglio di Amministrazione…

Letto 26552 volte

Multiservizi – Reteservizi: dichiarazione di vito D’Antona

D’Antona Vito Consigliere Comunale SD Modica

Dichiarazione del Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica, Vito D’Antona.

Vito D'AntonaRiteniamo un fatto importante che dopo un lungo periodo di discussioni ed approfondimenti in ordine alle società partecipate, Modica Multiservizi e Modica Rete Servizi, l’Amministrazione Comunale abbia iniziato a definire gli indirizzi, affidando al Consiglio Comunale le dovute valutazioni e decisioni.

Avviare a conclusione il dibattito sulle due società, con l’obiettivo di mantenerne una soltanto, rimodulare, risparmiando sui costi, i contratti di servizio, a suo tempo trasferiti in modo irregolare, scegliere quali servizi affidare in house e quali all’esterno, recepire le novità legislative sull’affidamento dei servizi locali, rappresenta un impegno nella più complessa azione di risanamento avviata per fare uscire il Comune dalla attuale crisi finanziaria.

Nel passaggio strettissimo tra razionalizzazione dei servizi e mantenimento dei livelli occupazionali, occorre tenere fermo l’obiettivo di salvaguardare i posti lavoro dei dipendenti, ai quali non può essere fatta pagare la responsabilità di scelte scellerate fatte a suo tempo in altre sedi, politiche ed amministrative, nonostante le pressanti denunce del centrosinistra.…

Letto 19705 volte

Società Modica Rete Servizi. Nomina amministratore unico. Interrogazione.

Oggetto: Società Modica Rete Servizi. Nomina amministratore unico. Interrogazione.

Il sottoscritto D’Antona Vito, Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica,

Vito D'Antona–          Tenuto presente che in data odierna è stato nominato il nuovo amministratore unico della società partecipata Modica Rete Servizi, specificando che la funzione assegnata è quella di collaborare con l’attuale amministratore unico della Modica Multiservizi fino a quando sarà realizzato l’obiettivo di avere una sola società, rinviando quindi ad una fase successiva il normale ed ordinario assetto della società;…

Letto 25291 volte

Multiservizi: dichiarazioni di Vito D’Antona

D’Antona Vito
Consigliere Comunale SD
Modica

Dichiarazione del Consigliere Comunale del Movimento Sinistra Democratica, Vito D’Antona.

Vito D'AntonaIl cambio al vertice della Modica Multiservizi, con la nomina dell’avv. Giovanni Giurdanella ad Amministratore Unico, fornisce l’occasione per ribadire ancora una volta il nostro punto di vista in ordine al futuro della società, che, come è noto, sta attraversando un momento particolarmente delicato.
Tralasciando, ma solo  per il momento, le sterili polemiche che provengono dal Centrodestra, non vi è dubbio che la pesante eredità lasciata dalla precedente Amministrazione Comunale sui rapporti con le società partecipate, le cui conseguenze sono, tra l’altro, come è ormai noto, tra le cause della grave crisi finanziaria del Comune di Modica, impone interventi forti, caratterizzati da strategie tecnicamente fattibili e politicamente sostenibili, in linea con l’impegno che l’attuale Amministrazione sta ponendo per il risanamento finanziario dell’Ente.
In tale direzione, riteniamo prioritario che qualunque soluzione deve avere come punto irrinunciabile la salvaguardia del posto di lavoro di tutti i dipendenti.
Ragionevolmente, come proposto da mesi dalla Cgil,  l’eventuale ricorso ad ammortizzatori sociali, come la mobilità, deve essere finalizzato esclusivamente e limitatamente ad accompagnare, senza sacrifici per i lavoratori, ma con un vantaggio economico notevole per la società e il Comune, quei dipendenti che possono essere collocati a breve, perché in possesso dei requisiti, in pensione.  …

Letto 17515 volte

Modica, bilancio preventivo 2009: dichiarazioni di Vito D’Antona (SD)

Il bilancio preventivo 2009, approvato entro i termini di legge soltanto dai consiglieri della maggioranza, rappresenta un’altra tappa significativa nel percorso per il risanamento finanziario del Comune.
Seppure si è ancora in una fase di ricognizione dell’effettiva situazione debitoria ereditata, come dimostrano le continue richieste, anche sotto forma di decreti ingiuntivi o di commissari ad acta che piovono giornalmente al Comune, alcuni passi avanti sono stati fatti e prosegue con fatica il tentativo di scongiurare definitivamente il pericolo del dissesto finanziario, un danno che la città e i cittadini non meritano.…

Letto 26180 volte

Modica, consiglio comunale aperto del 21 maggio 2009. Il testo integrale dell’intervento di Nino Cerruto

Nino Cerruto
Nino Cerruto
Intervento del consigliere Nino Cerruto:

Ritengo che questa sera in aula ci siano delle vittime.
Già vittime ci sono state perché essendoci presente la CNA alcune aziende hanno già licenziato dei lavoratori perché non hanno potuto erogare gli stipendi in quanto il comune non ha potuto adempiere agli obblighi già in passato l’anno scorso e due anni fa per i contratti fatti con queste aziende per i beni e i servizi forniti che poi non sono stati pagati e quindi ha già dovuto licenziare alcune persone, alcune persone sono state già licenziate.

E ci sono altre vittime qui in aula presenti, vittime due volte.

Vittime perché illusi e ingannati da quelle persone che voi oggi avete applaudito. Perché queste persone per ricercare un meschino consenso hanno gestito in maniera tale da provocare questo stato.
Io da padre me lo chiederei perché i miei figli devono patire ora questa situazione?

Me lo chiederei!

Mi chiederei quel milione e 378 mila euro di cui parlava il sindacalista Maggio che dovevano servire per la vostra stabilizzazione dove sono andati a finire?

Mi chiederei perché la Multiservizi aveva tutti quegli utili e non aveva la possibilità di pagare i vostri stipendi e i fornitori? me lo chiederei questo.

E siete stati ingannati anche stasera da chi, stasera, ha fatto demagogia, ha fatto.

Perché prima ci deve essere il risanamento e poi ci sarà il lavoro!

Non ci può essere il lavoro senza risanamento come c’è stato fino ad ora.

È stato facile fino a questi anni creare entrate virtuali e poi ridurvi in questo stato.

È stato facile.

Dovete avere l’onestà di riconscerle queste cose e non applaudire quelle persone che vi hanno ridotto in questo stato!
Oggi l’opposizione ha centrato l’obiettivo perché voleva cavalcare e ha cavalcato la vostra esasperazione e siete stati ancora una volta strumentalizzati.

E ha centrato un obiettivo perché ha voluto acquisire un consenso sulla vostra pelle e c’è riuscita, e ha voluto mettere in difficolta l’amministrazione per colpe che non sono sue ma che ha trovato.
E non è credibile la distanza che c’è tra le parole dette dal Dottore Drago, dal Dottore Drago, interesse per la città, interesse per le persone, per il bene comune, perché la loro storia giudiziaria, la loro storia politica a livello regionale e alivello locale non li rende più credibili, non li rende più credibili…[qui si è scatenato il finimondo].

Letto 29616 volte