Intervento di Don Ciotti alla Giornata della Memoria – “..dobbiamo noi essere credibili innanzitutto!”

ciottiNapoli, 21.03.2009  di Luigi Ciotti “In cammino 365 giorni all’anno”

L’appello di Luigi Ciotti sul palco a Napoli. Ai camorristi: Convertitevi, siete condannati a vita. Alle istituzioni: nessuno usi la legalità per calpestarla
Voi l’avete capito che questo non è un evento, non è una manifestazione, non è un corteo qualsiasi. Questo è stato ed è un camminare insieme, per impegnarci di più tutti; tutti per costruire legalità diritti pace, verità e giustizia nel nostro paese. E avete sentito che ad aprire questo camminare insieme centinaia, centinaia di familiari delle vittime della violenza criminale delle mafie. Ma vogliamo anche ricordare qui tutte le vittime del dovere e le vittime del terrorismo non ci sono morti di seria “A”, di serie “B”, di serie “C”.  Sono tutti morti per la democrazia per la giustizia, per il bene del nostro paese e noi vogliamo ricordarli tutti, sempre e sempre di più. E allora non è un evento perché  le persone che sono venute qui, sentono prepotente dentro di loro che ci si deve impegnare 365 giorni all’anno.…

Letto 23951 volte

Norme antiPIZZO a Vittoria.

Lotta contro le illegalità e la malavita a Vittoria

Norme antipizzo: scelta importante ma nessun fatto storico è accaduto.

Esistono ancora argomenti tabù che bisogna affrontare.

Il Consiglio Comunale di Vittoria ha approvato nell’ultima seduta alcune importanti norme regolamentari antipizzo, dopo aver integrato le proposte del Sindaco Nicosia e della sua Giunta. Ma nulla di storico è accaduto, in quanto le istituzioni locali devono ancora dare tanto e il Municipio di Vittoria nel suo complesso ha tanto lavoro da compiere nella lotta contro le illegalità e la malavita. Con il nostro voto favorevole abbiamo sostenuto queste norme regolamentari, convinti che si tratta però di un piccolo ed iniziale primo passo. Un grosso lavoro ci attende nei prossimi mesi.

La macchina comunale, le aziende municipalizzate, i Mercati, i lavori pubblici e i rapporti con le imprese, l’assegnazione dei contributi comunali  di ogni tipo, le assunzioni a tempo determinato e i criteri di selezione del ceto politico dentro le istituzioni sono settori finora tabù che bisogna subito “affrontare”. Nei Municipi le illegalità e la malavita tendono infatti a trarre notevoli vantaggi in questi settori. Siamo fiduciosi ma solo nei prossimi mesi capiremo meglio fino a che punto esiste una chiara e decisa volontà di contrastare senza ambiguità questi fenomeni.

Vittoria (Ragusa), 28-02-08 

 

Giuseppe Cannella e Filippo Cavallo, consiglieri de “la Sinistra- l’Arcobaleno”

Letto 4314 volte