Modica, associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro e alla concussione: richiesta di rinvio a giudizio per 19 politici ed imprenditori

E’ passato quasi un anno da quando apprendevamo degli avvisi di garanzia a carico di politici ed imprenditori della nostra città.
Oggi quegli avvisi di garanzia si sono trasformati in 19 richieste di rinvio a giudizio.
Riportiamo integralmente dal sito di Radio RTM:

Diciannove richieste di rinvio a giudizio per altrettanti politici di rilievo in provincia ed imprenditori.

E’ stato il Procuratore della Repubblica della Repubblica di Modica, Domenico Platania, ad avanzarle al Gup del Tribunale di Modica che deciderà il prossimo 29 ottobre, data in cui è stata fissata l’udienza preliminare.

Come si diceva ci sono nomi illustri nella lista degli indagati, primi fra tutti il parlamentare nazionale dell’Udc, Giuseppe Drago, l’ex sindaco di Modica, Piero Torchi, e l’ex segretario provinciale dell’Udc, Giancarlo Floriddia. …

Letto 14648 volte

22-30 Novembre 2008: settimana europea della riduzione dei rifiuti

“MENO 100 KG”: AL VIA LA SETTIMANA EUROPEA DELLA RIDUZIONE DEI RIFIUTI, 22-30 NOVEMBRE 2008

Svi.Med. Centro Euro-Mediterraneo per lo Sviluppo Sostenibile Onlus aderisce ed invita tutti a partecipare alla Settimana europea della riduzione dei rifiuti a partire da sabato 22 novembre 2008.

La settimana europea della riduzione dei rifiuti è promossa in Europa dall’Associazione Città e Regioni per il riciclaggio e l’uso sostenibile delle risorse (www.acrplus.org ). L’Italia si è ufficialmente candidata a partecipare con un gruppo di istituzioni e associazioni già impegnate sul fronte della gestione sostenibile dei rifiuti: Federambiente, Osservatorio Nazionale sui Rifiuti, Coordinamento nazionale Agenda 21 locale, Rifiuti 21 Network, Legambiente.…

Letto 16656 volte

Riciclaggio di denaro a Modica: Torchi sulla fuga di notizie

Pubblichiamo l’intervento dell’ex sindaco di Modica sulle notizie diffuse in questi giorni dalla stampa che lo vedrebbero coinvolto, assieme ad altre 12 persone, in una indagine sul presunto riciclaggio di denaro.

Apprendiamo da RTM che lo stesso ha presentato denuncia contro ignoti per violazione del segreto istruttorio e per fuga di notizie.

“Apprendo dalla stampa, in violazione ad ogni tutela personale e inerente il segreto d’ufficio, particolari e informazioni specifiche su ordinarie e doverose indagini nei miei confronti, rispetto alle quali non ho mai conosciuto né la provenienza delle accuse, né l’oggetto delle stesse, né sono mai stato sentito dall’autorità giudiziaria, mentre per tutta la recente campagna elettorale, alcuni esponenti politici ,e non solo, erano in grado di conoscere notizie e particolari che dovevano restare riservate, poiché ad oggi, non sfociate in alcun provvedimento da parte della Magistratura, ed ignote anche a me. Tale attività di indagine è stata costantemente condotta nei miei confronti da anni con approfondite verifiche patrimoniali e bancarie, con sacrificio di ogni forma di privacy a fronte di denunce più o meno anonime che hanno consentito alla Magistratura di accertare sempre la correttezza del mio operato pubblico e privato. Tale accertamento è stato concluso nel 2004 anche dal Tribunale di Palermo con una assoluzione con formula piena, frutto anche in quel caso di un mio presunto coinvolgimento in vicende che mi vedevano estraneo e che per mia convinzione, vedono anche oggi estranei, anche gli altri indagati. Ogni mia competizione elettorale dalle Regionali del 2001 ad oggi è stata caratterizzata da presunte vicende giudiziarie che mi hanno sempre visto estraneo, ma che mi hanno costretto a dover fornire giustificazioni all’opinione pubblica sempre difficili perché alimentate dall’altra parte da una fitta rete di calunniatori. Nelle Regionali del 2001 e nelle comunali del 2002 la nota vicenda palermitana; nelle comunali del 2006 la vicenda legata all’Itis ed al kartodromo per la quale fu necessaria l’intervento della Prefettura e della Procura per escludere ogni mio coinvolgimento nel processo in corso. …

Letto 17198 volte

Riciclaggio di denaro a Modica: tutti i nomi dei 13 indagati

Il Corriere di Ragusa mette nero su bianco la notizia che era sulla bocca di tutti ormai da diverse settimane riguardante le indagini che vede coinvolti i vertici dell’UDC provinciale e alcuni imprenditori locali per presunto riciclaggio di denaro.

http://www.corrierediragusa.it/public/articoli/2314-riciclaggio-di-denaro-indagato.asp

Potrebbero scuotere gli equilibri della politica modicana gli esiti delle indagini sul riciclaggio di denaro nel comune di Modica, condotte dal comando provinciale della Guardia di Finanza su direttive della Procura. Tra i 13 indagati figurano quattro esponenti di spicco dell’Udc. Si tratta dell’ex sindaco di Modica Piero Torchi, dimessosi dalla carica lo scorso mese per candidarsi alle recenti Regionali.

L’indagine riguarda anche l’ex assessore al bilancio del comune di Modica Carmelo Drago, fratello del leader ibleo dell’Udc, il riconfermato parlamentare nazionale Giuseppe Drago; il consigliere provinciale Vincenzo Pitino, nel frattempo traghettato dall’Udc al Pdl; il segretario provinciale dell’Udc ed ex assessore provinciale Giancarlo Floriddia.

Il reato al momento ipotizzato è associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro. La medesima ipotesi di reato è contestata anche agli altri nove indagati: il funzionario comunale Francesco Paolino; il già direttore dello sportello unico Giuseppe Castagnetta; Bruno Arrabito e il fratello Massimo, Gabriele Giannone, Massimo La Pira e gli imprenditori edili Giuseppe Sammito e Giuseppe Zaccaria.

Letto 18291 volte