MODICA: L’ANTENNA CHE NON TI ASPETTAVI

In questi giorni funzionari di diversi gestori di telefonia mobile stanno contattando i proprietari e gli amministratori di immobili per proporre l’allocazione di antenne per telefonia mobile.

Sembra che debbano essere installate circa 10 antenne all’interno del circuito urbano.

Queste nuove antenne, aggiunte a quelle già esistenti, accresceranno il rischio di inquinamento elettromagnetico, anche a causa della nuova normativa che, di fatto, ha liberalizzato l’installazione di queste apparecchiature ed ha innalzato i valori minimi di esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici.

Va osservato che, mentre è scientificamente accertato il legame tra l’esposizione alle basse frequenze, 50 Hertz, e la manifestazione di patologie tumorali, soprattutto infantili, per quanto riguarda le alte frequenze, come quelle di telefonia o dei ripetitori televisivi o dei cellulari, non si hanno dati statisticamente significativi, anche se si sospetta una correlazione positiva a seguito di lunghi periodi di esposizione (oltre le 4 ore giornaliere).

Non è un caso se l’Istituto Superiore di Sanità e l’Istituto per la Prevenzione e la Sicurezza hanno dato un parere congiunto sulle onde elettromagnetiche: massima cautela.

Letto 6779 volte

Nino Cerruto: interrogazione sull’attuazione del regolamento per l’installazione di impianti di radiocomunicazione e attuazione del piano “Polab”

ripetitore A distanza di oltre 5 mesi dall’approvazione del nuovo regolamento per l’installazione di impianti di radiocomunicazione, finalizzato alla minimizzazione dell’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, non sono ancora stati attuati diversi punti che lo renderebbero pienamente esecutivo ed efficace.
1. Anzitutto non è stato ancora istituito il Gruppo Tecnico di Valutazione (GTV), previsto dall’art. 9 e di cui, tra gli altri, vi fanno anche parte rappresentanti di associazioni e comitati di cittadini, gruppo chiamato ad “aggiornare, modificare, integrare il presente Regolamento e verificarne l’attuazione e garantire una efficace valutazione dei piani annuali presentati dai gestori in relazione a tutti gli aspetti interessati… Con funzione propositiva e consultiva e con parere obbligatorio”. A tal fine associazioni e comitati hanno già avanzato formale richiesta di costituzione del suddetto Gruppo.…

Letto 15367 volte

Pozzallo: i cittadini temono per l’installazione di ripetitori telefonici nel centro urbano

ripetitorePOZZALLO – I cittadini pozzallesi temono per la imminente installazione di ripetitori all’interno del centro abitato, nei pressi della stazione ferroviaria.

Ad intervenire, sulla delicata questione, è il consigliere comunale di Pozzallo Giovane, Marco Sudano, il quale invita l’Amministrazione Comunale a tutelare principalmente la salute dei cittadini. “Non possiamo mettere a repentaglio la nostra salute – dice Sudano – per soddisfare le esigenze commerciali di qualche ditta; se è vero che l’Amministrazione non ha fatto opposizione al Tar contro la ditta che vuole installare il ripetitore in pieno centro cittadino – aggiunge Sudano – questa rappresenta pura follia”.

Il consigliere Sudano invita il Sindaco Sulsenti a farsi carico del problema per dare risposte serie e determinate. “Da parte nostra – conclude Sudano – c’è massima allerta sulla questione, abbiamo intrapreso la strada per far luce sul problema tumori in generale e la richiesta del monitoraggio del territorio comunale, in questa occasione, è quanto mai opportuna”.

Marcello Medica

Letto 8163 volte

Modica: elettromagnetismo e piano territoriale per l’installazione di stazioni radio base per la telefonia mobile nel territorio comunale

L’assessore all’urbanistica del comune di Modica, ing. Elio Scifo, ha finalmente fatto modificare il contratto con i gestori di telefonia mobile per la locazione di siti di proprietà del comune dove installare le antenne, secondo il piano di localizzazione elaborato dalla Polab che minimizza l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici.
Giova ricordare che il precedente contratto, del dicembre 2006, era fortemente penalizzante per il comune e molto vantaggioso per i gestori.
Nel nuovo contratto sono state inserite tutte le istanze presentate dal comitato contro l’inquinamento elettromagnetico insieme al movimento “Una Nuova Prospettiva”.
Le principali modifiche riguardano:…

Letto 11028 volte

Modica, impianti di telefonia mobile Vodafone: il comune riscuota i fitti. Interrogazione di Nino Cerruto

UNA NUOVA PROSPETTIVA
MOVIMENTO POLITICO DELLA CITTA’ DI MODICA

Al Sindaco
All’Assessore all’Urbanistica
All’Assessore all’Ecologia
All’Assessore ai LL.PP.
E p.c. al Presidente del Consiglio Comunale
Comune di Modica
Agli organi di informazione

Oggetto: canoni di affitto impianti di telefonia mobile installati in immobili comunali.

Il Comune di Modica ha stipulato, in data 14/12/2006 e 16/02/2007, due contratti di locazione di immobili con la Vodafone Omnitel per l’installazione delle antenne di telefonia mobile.

Detti contratti riguardano la locazione di porzioni di aiuole spartitraffico, di cui una ubicata lungo la strada comunale ex SS 115 e l’altra lungo la strada comunale Via Giovanni da Verrazzano incrocio con la strada provinciale Sampieri Pozzallo.

Letto 9019 volte