Valle del Tellesimo: continua lo scempio

Un anno fa la denuncia di Una Nuova Prospettiva e il sequestro della Guardia di Finanza
Continua lo scempio nella vallata del Tellesimo
Accanto all’alveo del fiume una vera e propria discarica, persino carcasse di animali

rifiuti_tellesimoNon ci crederanno i nostri lettori se gli certifichiamo con tanto di foto che, a distanza di oltre un anno dalla denuncia del movimento politico, Una Nuova Prospettiva, riportata sul n. 96 del Quotidiano di Sicilia del 23/05/08, riguardante lo scempio nella vallata del Tellesimo, oggi, purtroppo, ci ritroviamo a descrivere e a denunciare il medesimo grave problema. Una vallata stupenda con un fiume, il Tellesimo, che la rende ancora più attraente e fascinosa, ma che l’uomo incivile sta distruggendo, riducendola in una sorta di discarica; basta, infatti, affacciarsi dal ponte che la sovrasta e di colpo uno spettacolo di rifiuti è assicurato. Proprio accanto all’alveo del fiume, infatti, c’è di tutto: plastica di ogni genere, contenitori, bidoni di chissà quali liquidi, elettrodomestici e persino carcasse di animali. A poche centinaia di metri da tale sito, inoltre, l’ex discarica non bonificata e non protetta di Gisirotta contribuisce, con il percolato che raggiunge le falde, ad inquinare ulteriormente le acque di questo torrente che a poche centinaia di metri si riversano nel Tellaro. Un anno fa, a seguito della denuncia di Una Nuova Prospettiva ci fu addirittura il sequestro dell’area da parte della Guardia di Finanza. Ad oggi però non è cambiato nulla e “mentre da un lato – così denunciava Una Nuova Prospettiva – si sprecano le periodiche dichiarazioni di onorevoli, assessori e politicanti vari il torrente muore e con esso le speranze di sviluppo di una frazione, qual’è quella di Frigintini, che potrebbe certamente trarre gran beneficio e prospettive di occupazione dalla tutela e valorizzazione di una risorsa come il torrente Tellesimo”. A questo punto, il tempo delle parole e veramente finito, occorrono fatti concreti per mettere fine una volta per tutte ad un tale scempio.

Marcello Medica

Letto 8917 volte

Discarica di Gisirotta, quando partirà la bonifica dell’area?

lingresso-dellex-discarica-di-gisirottaSi torna a parlare della bonifica della discarica di Gisirotta.

Di seguito un articolo di Marcello Medica che riprende la nostra denuncia di un anno fa quando, durante un nostro sopralluogo, trovammo addirittura decine di mucche a pascolare tra i rifiuti della discarica.

A Distanza di un anno dalla denuncia di Una Nuova Prospettiva poco è cambiato
Un costante pericolo la discarica di Gisirotta
Il consigliere prov. Abbate chiede di conoscere quali sono i tempi per l’inizio della bonifica

Letto 19921 volte

Sequestrata la discarica denunciata da Una Nuova Prospettiva

Ha scritto anche corriere di RG

Da Radio RTM: http://www.radiortm.it/Notizia.asp?id=12407

SEQUESTRATO, A FRIGINTINI, UN SITO UTILIZZATO COME DISCARICA DI RIFIUTI SPECIALI. LO SCEMPIO ERA STATO DENUNCIATO DA “UNA NUOVA PROSPETTIVA”

Continua l’attività preventiva e repressiva delle Fiamme Gialle di Ragusa nel delicato settore della salvaguardia ambientale. Infatti, i militari appartenenti alla Tenenza di Modica hanno scoperto un sito utilizzato per l’abbandono ed il deposito di materiale pericoloso e, dopo vari appostamenti e sopralluoghi, mirati ad individuare gli autori delle violazioni, hanno sottoposto a sequestro tale vasta area, adibita a discarica abusiva, situata in Frigintini, contrada Gisirotta, nei pressi dell’alveo del torrente Tellesimo, affluente del fiume Tellaro, scempio già denunciato dal Movimento Una Nuova Prospettiva.…

Letto 19174 volte

Frigintini: scempio ambientale al Tellesimo

UNA NUOVA PROSPETTIVA denuncia lo stato di totale abbandono nel quale versa il torrente Tellesimo.

In contrada Gisirotta, nel tratto sottostante il ponte “ri Cipudduni”, lo scenario è sconvolgente: i versanti della collina che degradano verso il torrente sono invasi da rifiuti di ogni sorta, da carcasse di animali a plastica di ogni genere, contenitori, bidoni di chissà quali liquidi, elettrodomestici e molto altro, in una stratificazione che definire “geologica” non è azzardato.

A poche centinaia di metri, inoltre, la discarica non bonificata e non protetta di Gisirotta (si veda il nostro intervento sul pascolo abusivo nella discarica lasciata incustodita) contribuisce, con il percolato che raggiunge le falde, ad inquinare ulteriormente le acque di questo torrente che a poche centinaia di metri si riversano nel Tellaro.

Letto 17197 volte